Infineon: EconoDUAL 3 con TRENCHSTOP IGBT7 per una corrente nominale di 900 A

Infineon Technologies ha introdotto a marzo il nuovo chip IGBT7 per la sua ben nota piattaforma Easy housing. Ora sta portando lo stato dell’arte di TRENCHSTOP IGBT7 nell’arena della media potenza: nel pacchetto standard del settore EconoDUAL 3. In questa tecnologia chip, il modulo a 1200 V fornisce una corrente nominale di punta di 900 A, consentendo una corrente di uscita dell’inverter superiore del 30% a parità di dimensione del telaio rispetto alla precedente tecnologia. I miglioramenti specifici del chip e dell’alloggiamento del modulo mirano direttamente alle applicazioni di azionamento industriale, ma possono essere implementati molto bene anche in progetti per veicoli commerciali, da cantiere e agricoli, servoazionamenti, così come inverter solari e UPS.
Il chip TRENCHSTOP IGBT7, basato sulla nuova tecnologia trench a micropattern, offre prestazioni con perdite statiche molto inferiori rispetto all’IGBT4. La sua tensione allo stato acceso è ridotta fino al 30% per la stessa area del chip. Ciò comporta una significativa riduzione delle perdite nell’applicazione, in particolare per gli azionamenti industriali, che di solito operano a frequenze di commutazione moderate. Inoltre, sono stati migliorati il comportamento di oscillazione e la controllabilità dell’IGBT. I moduli di potenza sono caratterizzati da una temperatura massima consentita del giunto di sovraccarico di 175°C.
La maggiore densità di potenza dell’EconoDUAL 3 aiuta ad evitare il parallelismo dei moduli, il che porta ad una semplificazione del design dell’inverter e ad una riduzione dei costi. Inoltre, la nuova tecnologia può essere implementata nello stesso ingombro, facilitando l’aggiornamento dei progetti di sistemi di inverter esistenti. Il modulo EconoDUAL 3 è dotato di un alloggiamento migliorato per gestire correnti e temperature più elevate.

Maurizio Di Paolo Emilio