Motherboard ATX, Micro ATX o Mini ITX Le differenze

Motherboard Industriali per applicazioni IIoT e Industry 4.0: come fare la scelta giusta

La configurazione di applicazioni IIoT e Industry 4.0 presuppone la selezione di alcuni componenti principali, tra cui motherboard affidabili ed evolute.

Considerando l’ampia disponibilità a livello di prestazioni, costo e formati, la scelta della miglior scheda pc è un’attività che richiede un’analisi approfondita, oltre che una lunga esperienza nel settore.

Tra i formati più diffusi abbiamo le motherboard ATX, Micro ATX e Mini ITX

banner cta mos

Quali sono le differenze e quali i punti di forza delle motherboard industriali?

Il formato ATX è uno standard estremamente diffuso e grazie alle notevoli dimensioni permette un alto numero di slot PCIe e una memoria RAM maggiore rispetto al formato Micro ATX, più compatta ma anche più utile nel caso in cui le applicazioni richiedano la possibilità di “salvare spazio”. Il formato ITX infine riduce ancora le dimensioni e questo ne fa uno degli standard più utilizzati all’interno di case di varie misure, permettendo di assemblare un PC completo in spazi ridotti che non prevedono overclocking.

Tra i fattori da valutare rientrano le dimensioni del case, la tipologia di alimentazione, il form factor e le specifiche RAM. L’ampia gamma proposta da Digimax relativa a brand di spessore internazionale come AAEON garantisce le migliori soluzioni e innovazioni con un catalogo di oltre 500 schede madri industriali, interamente configurabili nei form factor, socket e chipset, moduli RAM, periferiche on-board, bus di espansione e molto altro.

Per una consulenza su motherboard e PC industriali per l’automazione, contattare Digimax

banner cta mos
Redazione Fare Elettronica