Passi Avanti Nell'Evoluzione Della Connessione

di Andrew Bickley, Direttore IoT, Arrow EMEA
La trasformazione digitale offre la possibilità di combinare fra loro oggetti che finora non erano collegati, come sistemi di riscaldamento, case, sistemi di distribuzione commerciale, autovetture ed elettrodomestici. Collegando le “cose” con sensori e attuatori mediante gateway dati e sofisticati sistemi di controllo, è ora possibile trasmettere e ricevere le informazioni che permettono di gestire questi oggetti a un livello che in precedenza non era possibile raggiungere.

Questa evoluzione ha già fatto registrare un miglioramento di efficienza nelle attività produttive, nella supply chain e nella logistica, e si appresta ad offrire agli utenti maggiori possibilità di controllo e un miglioramento dei processi che essi devono gestire e quindi, in definitiva, un miglioramento della loro vita.
Questo sistema di connessione è stato battezzato IoT (Internet of Things) e si è sviluppato inizialmente nel settore bancario, nel campo della salute, nei negozi, in automotive, nei trasporti, nel settore dell’energia, nell’industria manifatturiera e nel settore delle utility. L’IoT è ben avviata, la maggior parte delle sua fondamenta sono state completate e i principali elementi vitali sono pronti, a partire dalla connettività globale.
La maggior parte degli elementi essenziali dell’IoT – le comunicazioni mobili, Bluetooth, Wi-Fi, GPS, 3G e 4G, NFC (near-field communication) e l’RFID (identificazione a radiofrequenza) – sono state di uso normale per qualche tempo, potendo disporre di reti personali, locali, metropolitane e WAN (wide area network). Nello stesso tempo viene largamente usato il cloud storage, che presenta la possibilità di una continua estensione.
Molto è stato scritto sulle città intelligenti e in particolare su alcuni elementi che oggi sembrano scontati – il remote banking, gli interventi automatici sulla congestione del traffico, i pagamenti mobili, il controllo sullo stile di vita e l’abitazione intelligente. Ora ci aspettiamo di poter accendere e spegnere il sistema di riscaldamento, anche se siamo distanti centinaia di miglia dalla nostra casa, effettuare il monitoraggio esterno o interno del nostro appartamento, o ordinare alla nostra TV digitale di registrare un programma.
 

 

Miliardi di dispositivi connessi a Internet senza fili

La previsione per il 2020 è di 50 miliardi di dispositivi connessi nel mondo, di cui 24 fra telefoni e tablet e 26 miliardi di nodi. Di questi, si prevede che 30 miliardi saranno connessi senza fili a Internet.
La pressione sulle aziende per aumentare la produttività e le vendite riducendo i costi operativi le spinge a cercare le soluzioni nell’IoT. Ogni Chief Operating Officer sa che questa è un’eccezionale opportunità per aumentare gli affari e ridurre i relativi costi interni. Nello stesso tempo, gli specialisti dello sviluppo di prodotti vedono l’opportunità di generare nuovi flussi di ritorni diversificati collegandosi meglio ai loro clienti e aumentandone il livello di fidelizzazione.
Uno dei maggiori vantaggi di avere un IoT praticabile ed efficace o, meglio ancora, un IIoT (Industrial Internet of Things), è che i produttori, i service provider ed altre organizzazioni saranno in grado di modificare, customizzare e anche personalizzare la loro offerta basandosi sui dati reali. Diventeranno molto più efficienti anche le funzioni di gestione degli asset e degli impianti, dal momento che i dati utilizzati, oltre ad essere disponibili in tempo reale, potranno anche essere analizzati e aggiornati in modo continuo.
In realtà, però, nonostante il grande sviluppo dell’IoT, ci sono ancora molte società in cui il collegamento fra le tecnologie utilizzate e i sistemi IT è tuttora inadeguato o addirittura inesistente. Ovviamente, l’implementazione di un sistema IoT richiede che questi elementi si armonizzino con la massima trasparenza in modo che l’organizzazione possa accedere alle reti e ad effettuare i controlli necessari nel modo più efficiente, se devono essere in grado di prendere le decisioni corrette sulla base di un’elevata qualità dei dati che ricevono.
Per molti anni Arrow Electronics ha fornito molti dei componenti chiave delle infrastrutture IoT, come sensori, microcontrollori a basso consumo, sistemi di connettività wireless, protocolli di rete, gateway, sistemi operativi, soluzioni per la sicurezza, sistemi di gestione per grandi piattaforme di dati, soluzioni Cloud e tool per la gestione dei dispositivi e per l’analisi dei dati.
L’anno scorso la società ha introdotto eVolve, un’offerta globale di IoT progettata per consentire una vera trasformazione del business digitale. In termini di architettura, tool, competenze e risorse, le soluzioni eVolve costituiscono il ponte fra il mondo fisico e quello  digitale, per mettere gli utenti che operano in ambito industriale, nel campo delle vendite o nei settori delle scienze della vita e delle città intelligenti di sviluppare potenti soluzioni IoT, offrendo loro la possibilità di entrare sul mercato con una rapidità e un’efficienza notevolmente maggiori.

Che cosa offre eVolve

I tool IoT eVolve comprendono delle suite software che sono state sviluppate, affinate e perfezionate per molti anni sulla base della visione nata dalla competenza di Arrow in questo settore.
L’offerta eVolve include un hardware specifico, che realizza l’integrazione di sistema per l’IoT, implementando la piattaforma cloud per i dati, mantenendo la rete (ad esempio, mediante gli aggiornamenti firmware sulla piattaforma Arrow) e la gestione del ciclo di vita del prodotto per i beni che hanno raggiunto la fine della loro vita operativa.
Per fornire una soluzione IoT completa, eVolve si articola in quattro aree:

  • Progettuale – che copre l’hardware come sensori, schede e gateway, tool di progettazione software e componenti di connettività, come cellulari, Bluetooth e Wi-Fi
  • Operativa – che prevede le piattaforme dell’infrastruttura come l’off-premise public cloud, l’on-premise private cloud e il cloud ibrido
  • Ottimizzazione – che include l’attività di analisi dei dati, la gestione dei dispositivi e la visualizzazione delle prestazioni
  • Ripristino – che fornisce il supporto relativo alla garanzia e alla manutenzione, oltre al recupero del valore quando si dispone della rappresentazione digitale di informazioni confidenziali o di responsabilità sociale quando si dismette l’hardware. Arrow è riconosciuta come leader nella asset disposition, che costituisce un servizio particolarmente delicato per il mercato IoT quando si aggiornano e si sostituiscono i

Arrow offre servizi di supporto, come opzioni di finanza creativa, che riducono l’onere di finanziare l’avvio di nuovi prodotti basati sull’IoT e una serie di servizi destinati a durare nel tempo.

L’offerta di comunicazioni M2M e M2P

Attualmente le aziende stanno cercando soluzioni di livello più elevato e la chiave di una valida installazione IoT è la capacità di realizzare realmente la connessione e la comunicazione non solo fra macchina e macchina (M2M), ma – cosa ancor più importante – tra macchine e persone (M2P).
Due elementi fondamentali dell’offerta eVolve IoT di Arrow sono le suite software Arrow Connect e Arrow Insight. Per l’M2M, Arrow Connect à in grado di collegare ogni dispositivo ad ogni piattaforma per lo scambio e il controllo remoto dei dati, mentre per l’M2P l’insieme dei tool Arrow Insight consente di effettuare la gestione di ogni dispositivo.
Una delle funzioni chiave di Arrow Connect è la gestione di diversi tipi di connettività e protocolli che devono essere collegati al Cloud. Questa funzione complessa è semplificata dalla suite software che gira sul gateway del sistema IoT consentendo, nello stesso tempo, la connessione dei dispositivi alla piattaforma dati.
Arrow Insight opera in combinazione con le piattaforme dati (come Azure IoT di Microsoft, Watson IoT di IBM o AWS IoT e Splunk di Amazon). Insight è un pannello personalizzato su misura, che può essere usato come esempio per la gestione e il controllo delle “cose” per aumentare l’efficienza operativa.
Per una complessiva esecuzione IoT, Arrow ha sviluppato le proprie soluzioni fino allo stadio in cui è attualmente in grado di offrire una serie completa di opzioni, dai singoli componenti ai moduli, ai SoM (system on module), fino ai più sofisticati esercizi di stile, che forniscono la dimostrazione delle possibilità del software e delle loro capacità di rispondere alle esigenze dell’utente e alle soluzioni multiple IoT di sistema.
Un prodotto Arrow di larga diffusione è la scheda SmartEverything IoT, una piattaforma di prototipizzazione particolarmente adatta alle applicazioni M2M. Il sottosistema di nodo wireless SmartEverything IoT consente di ridurre in misura significativa i tempi di sviluppo e dispone di sensori e di schermi per i sensori, di un processore per comunicazioni basato su ARM, di un sistema di criptazione e di diversi protocolli come WiFi, BLE (Bluetooth a basso consumo), rete LoRa e SIGFOX.
 

La connessione Europea
Anche se l’offerta IoT di Arrow Electronics è realmente globale, si basa tuttavia sugli sviluppi che derivano da attività nate in Europa, dove la società ha operato in stretta collaborazione con molti fra i nomi più importanti nelle piattaforme IoT hardware e software. Ad esempio, Arrow ha collaborato con la system house italiana Reloc per sviluppare la scheda ARIS, che permette agli utenti di implementare rapidamente applicazioni IoT mediante il framework di sviluppo Synergy di Renesas.
Arrow ha collaborato anche con l’olandese NXP Semiconductors, con l’italo-francese STMicroelectronics, specializzata nelle soluzioni a semiconduttori, e con Telit, che ha la sede centrale a Roma (Italia), sui modem cellulari M2M e sulle soluzioni GNSS e BLE (Bluetooth Low Energy).
Inoltre Arrow offre servizi tecnici di progettazione, integrazione e logistica locale, il supporto per servizi cloud, soluzioni per centri dati, di rete e per la sicurezza. Di più, Arrow è uno dei principali sponsor dell’esposizione NXP Smarter World Tour mobile IoT, un furgone che gira regolarmente tutta l’Europa per illustrare a chiunque sia interessato il modello base e gli ingredienti fondamentali dell’IoT, la sua evoluzione, i protagonisti di questo settore e le sue stesse soluzioni dedicate all’IoT.
Un’offerta basata sull’evoluzione della connessione
Siamo ancora nelle fasi iniziali del percorso verso una società totalmente connessa, ma siamo anche nel momento più adatto per diffondere questa visione. Le grandi organizzazioni si sono rese conto dei potenziali miglioramenti di servizio e di efficienza operativa consentiti dall’IoT e stanno investendo significative risorse per raggiungere questi obiettivi. Sono in gioco sfide inedite, per cui è importante che i migliori cervelli, metodi e competenze si uniscano per creare le soluzioni necessarie. Con eVolve, Arrow sarà certamente parte di queste soluzioni e contribuirà ad accelerare l’evoluzione della connessione.

Redazione Fare Elettronica