rele a guida forzata

I relè a guida forzata SCHRACK sono utilizzati nei circuiti di sicurezza per le barriere fotoelettriche e interruttori di arresto di emergenza per controllare le uscite.

Nella progettazione dei relè a guida forzata, è stata attribuita particolare importanza alla commutazione di carichi bassi da parte del circuito di monitoraggio.

TE Connectivity (TE) ha sviluppato una documentazione completa sui relè a guida forzata che accelera il processo di sviluppo dei controlli di sicurezza e le note applicative aiutano a evidenziare possibili fonti di errore.

Progettati per rendere impossibile la chiusura simultanea di tutti i circuiti, i relè a guida forzata sono dispositivi di commutazione elettromeccanici che forniscono un monitoraggio sicuro dei contatti all’interno dei circuiti.

Il design del relè a guida forzata è completamente diverso da un relè di controllo convenzionale.

In un relè a guida forzata, l’armatura viene spostata sulla punta delle lamelle di contatto il più vicino possibile ai contatti, il che consente ai contatti di muoversi insieme. I contatti sono racchiusi ciascuno in un pozzetto all’interno della plastica, che contiene la canna in caso di rottura.

Questi hanno almeno un set di contatti normalmente aperti (NA) e un set di contatti normalmente chiusi (NC). Se un contatto NO si guasta durante il tentativo di apertura, il contatto NC associato non è in grado di chiudersi correttamente quando l’alimentazione viene interrotta.

Questi relè offrono un’alternativa economica e salvaspazio ai contattori. I relè a guida forzata vengono utilizzati nei circuiti di sicurezza in combinazione con barriere fotoelettriche, interruttori di interblocco e interruttori di arresto di emergenza per controllare le uscite. Questi possono essere utilizzati per espandere le uscite per moduli relè di sicurezza e controllori di sicurezza.

Per maggiori informazioni:
TE Connectivity
Ing. Davide BONACETO , INDUSTRIAL Italy Sales Manager – EMAIL dbonaceto@te.com  

Redazione Fare Elettronica