FET SiC

La UnitedSiC, produttore di semiconduttori di potenza in carburo di silicio (SiC), ha presentato quattro nuovi FET SiC, con tensioni di RDS(ON) fino a 7mohm, offrendo livelli di prestazioni ed efficienza senza precedenti in applicazioni ad alta potenza, come inverter per veicoli elettrici (EV), convertitori CC/CC ad alta potenza, caricabatterie ad alta corrente e interruttori automatici a stato solido. Dei quattro nuovi dispositivi, uno lavora a 650 V e tre a 1200 V. Sono disponibili in contenitori TO247. Questi nuovi FET SiC combinano un JFET SiC di terza generazione ad alte prestazioni e un MOSFET Si ottimizzato in cascata. Questa configurazione del circuito crea un dispositivo rapido ed efficiente in un componente che può essere pilotato con le stesse tensioni di gate degli IGBT Si. L’UF3SC065007K4S ha una tensione operativa massima di 650 V, una corrente fino a 120 A e un RDS(ON) di 6,7 mOhm. L’UF3SC120009K4S ha una tensione operativa massima di 1200 V, una corrente fino a 120 A e un RDS(ON) di 8,6 mOhm.
Per progetti a bassa potenza, la UnitedSiC offre due componenti con tensioni operative massime di 1200 V, correnti di 77 A e una RDS(ON) di 16 mOhm. L’UF3SC120016K3S ha tre terminali, mentre l’UF3SC120016K4S ne ha quattro. La bassa resistenza RDS(ON) di questi dispositivi consente di raggiungere efficienze superiori al 99% nei progetti degli inverter. I progettisti saranno in grado di ottenere più energia dai loro progetti esistenti senza riprogettare l’architettura base del circuito, commutando alla stessa velocità ma gestendo correnti più elevate senza un eccessivo riscaldamento. Le basse perdite di commutazione consentono ai progettisti di far funzionare l’inverter a frequenze più elevate al fine di produrre una forma d’onda della corrente di uscita più pulita. Ciò migliora l’efficienza dei motori. Se l’inverter è progettato per avere un’uscita filtrata, il funzionamento a frequenza più alta consentirà l’adozione di filtri più piccoli. I nuovi componenti possono funzionare bene anche in parallelo, per gestire correnti molto elevate.

Redazione Fare Elettronica